Per il Paziente - La Coronarografia

PER IL PAZIENTE
Coronarografia

By-pass Aorto-Cor.

Angioplastica
VentricoloPlastica
Valvola Mitralica

CHE COSA E' LA CORONAROGRAFIA ?

La coronarografia è l'unico esame diagnostico che permette di verificare con esattezza le condizioni delle arterie coronarie (i vasi che nutrono il cuore) e di evidenziare eventuali restringimenti (stenosi) che possono compromettere l'afflusso di sangue al muscolo cardiaco (ischemia) e causare dolore toracico (angina) o infarti miocardici.

E' NECESSARIO IL RICOVERO PER ESEGUIRE LA CORONAROGRAFIA ?
Sì, occorrono due notti di ricovero.

E' UN ESAME DOLOROSO ?
No, in quanto si esegue in anestesia locale (a livello della regione inguinale).

COSA SERVE PER ESEGUIRE LA CORONAROGRAFIA ?
• Esami del sangue e radiografia del torace che sono eseguiti durante il ricovero;
• Depilazione (tricotomia) della regione inguinale, che è eseguita dal personale infermieristico del reparto di degenza;
• Posizionamento di un ago-cannula al braccio per l'eventuale somministrazione e.v. di farmaci, che sarà
Endoprotesi  
Radice Aortica  
Aritmie Cardiache  

Fibrillazione Atriale

Cellule Staminali
rimossa al momento della dimissione dall'infermiere di turno;
• Digiuno dalla mezzanotte del giorno in cui si eseguirà l'esame;
• Rimozione di protesi dentali mobili immediatamente prima dell'esame;
• Se il paziente è portatore di apparecchi acustici ne è consentito l'uso durante l'esame;
• Non è consentito l'uso di occhiali da vista, catenine, bracciali, né di smalto alle unghie.

SE SONO ALLERGICO AL MEZZO DI CONTRASTO ?
Se il paziente riferisce allergia al mezzo di contrasto per tre giorni prima dell'esame sarà somministrata una terapia di preparazione a base di cortisonici ed antistaminici (detta "desensibilizzante").
 
COME E DOVE SI ESEGUE LA CORONAROGRAFIA ?

L'esame è eseguito nel Laboratorio di Emodinamica, un ambiente sterile dotato di apparecchiature sofisticate che utilizzano i raggi X.
Il paziente è fatto distendere su un apposito lettino e coperto con un telo sterile che lascia scoperto solo l'inguine destro (o sinistro), dove è praticata l'anestesia locale, che non è dolorosa ma causa solo un po' di bruciore. Successivamente si posiziona una cannula in arteria femorale (introduttore) attraverso la quale sono introdotti i cateteri che sono poi spinti fino alle coronarie e all'interno dei quali è iniettato il mezzo di contrasto, il colorante che è usato per visualizzare le arterie coronarie.
Durante l'esame si chiede al paziente di trattenere il respiro per pochi secondi.
Al termine dell'esame il paziente è sistemato in barella e spostato in una sala attigua dove è rimosso l'introduttore e praticata una medicazione compressiva della durata di circa 20 minuti, al termine della quale si posiziona un bendaggio stretto che il paziente deve tenere fino al mattino successivo. Fino a quel momento deve rimanere a letto, in posizione supina, senza muovere la gamba. Il mattino successivo, dopo che il medico di reparto ha visitato l'inguine, il paziente può iniziare una cauta mobilizzazione ed essere dimesso nelle ore successive.
L'esame è registrato su CD e il paziente può richiederne una copia in Amministrazione.

VIDEO CORONAROGRAFIA

LA CORONAROGRAFIA E' UN ESAME PERICOLOSO?
Prima di eseguire l'esame il paziente è messo al corrente che la coronarografia è un'indagine invasiva e come tale non è esente da rischi, che però sono molto bassi e gli si chiederà di firmare un consenso per l'esecuzione dell'esame.
Le complicanze sono legate alle condizioni generali del paziente, alla sua età, alla gravità della malattia delle coronarie e all'eventuale presenza di malattie concomitanti. Le più frequenti sono la comparsa di ematoma, emorragie o pseudoaneurisma nella sede di puntura dell'arteria femorale. Altre complicanze rarissime sono le allergie al mezzo di contrasto.

A CHI E' CONSIGLIATO ESEGUIRE LA CORONAROGRAFIA?

La coronarografia è un esame che deve essere prescritto dallo specialista cardiologo!. E' quest'ultimo che, sulla base dei disturbi riferiti dal paziente e degli esami diagnostici eseguiti (test da sforzo, scintigrafia miocardia), decide se c'è indicazione ad eseguire l'esame.

E SE LA CORONAROGRAFIA DIMOSTRA CHE LE ARTERIE CORONARIE SONO MALATE?
Esistono tre tipi di terapia:
-terapia medica
-angioplastica coronarica
-intervento chirurgico di by-pass aorto-coronarico


 
COPYRIGHT S.ANNA HOSPITAL 2006 ©